12 marzo 2008

di varie imbecillità

parlava veloce e dava a tutti dei deficienti, senza pelo e reticenze.
l'unico pelo il peluche dello pseudo pellicciotto, orripilante, grigio.
ma a ribadire un controsenso la borsa zeppa con la firma PRADA.
e mi dice, attaccando bottone con uno sguardo vispo e malizioso, con un dito alla tempia tutti scemi, tutti pazzi.
quanti anni ha lei? 12?
no non sia stanca... Laura!
Laura, non si lasci mai contagiare dall'imbecillità della gente.
me lo prometta con un sorriso, che adesso mi parte il treno.
prima o poi ci troveremo magari allo stesso binario, sono le otto?
dovrebbe un corno!
devo scappare e mi raccomando, occhiolino.
o era un angelo o una pazza.
probabilmente era solo il mio spirito guida, l'ho capito dal cipollone che aveva in tasca.
è giusto il mio orologio archetipico, immaginario. identico, e sempre esatto,
spaccavano le otto, in punto.
e io "dovrebbero"
e lei "un corno... sono!"

Nessun commento:

Informazioni personali

Lettori fissi