28 marzo 2008

L’importanza di vedere il cielo




Vedere il cielo è importante, ed è ormai diventato un privilegio.
Privilegio di chi vive in campagna, in paese, in posti più isolati, meno densamente abitati.
La città lo offusca, lo opprime fatta com’è di un ribadire case su case, voci su voci di abitazioni, proposte di comunioni e legami, spesso deludenti o falliti.
Per forza: senza il cielo, senza spazio, come potrebbe essere possibile altrimenti? Senza l’umana libertà di un pò di silenziosa contemplazione, io credo sia impossibile amore.
C’è solo il gioco di chi grida più forte, del vicino che fa le torte se ti va bene...
La solitudine, la natura, rimanere estasiati della grandezza del cielo è invece fondamentale, soprattutto per ricordare dell’altezza: la misura a cui dobbiamo aspirare, che non è certo il soffitto di un monolocale.

1 commento:

gabriele ha detto...

Il cielo come l'aria,sono da sempre simboli di libertà...ma non basta osservare questi "simboli" per apprezzarli,bisogna anche vivere serenamente,in pace con il mondo e con i nostri cari.
Talvolta non è facile conciliare le due cose (un po' come succede a me) ed allora diventa difficile sopravviverec perchè tutto ti pesa,tutto diventa + grigio! A quelle persone che come me purtroppo a volte vivono in condizioni di malessere interiore, invito a scrutare maggiormente il cielo, gli orizzonti talvolta anche stando in solitudine!Vi aiuterà a depurarvi dentro.....o almeno a me in passato ha aiutato tanto!!!!
W la libertà e W tutte quelle persone che giornalmente lottano per ottenerla !!!!!!

Informazioni personali

Lettori fissi