17 aprile 2008

telepolis_1




ordine/disordine
e ancora ordine/disordine
come respirare, parole concetti trasudati oltrepassati da uno sguardo
un attimo una scintilla come luce di una voce driiin la campanella
ma la domanda rimbalza nella testa driiin sempre quella

"telepolis" è la nuova piazza della civile convivenza
parola chiave? democrazia
rielaborazione di fantasie diverse
è ancora passare la puntura di una stella a una testa riccioluta
Un miracolo sorgente tra una cattedra e un balzello
bacchetta magica di un pulsante che rimane dolorante

vari spazi
palla-libro-telecomando
tra passato presente e futuro
qualcuno è già annegato ma il frutto colorato
ingoiato gommoso diventa
e rimbalza fino a te e alla prossima riprova

driiin la domanda: la domanda ti bracca
libertà od oppressione?
se il gioco è di tutti possibilità d'azione
telepolis è un racconto in tempo reale
che mischia le carte e pesca dal mazzo
scoprendo il presente in un solo momento


ADESSO
QUI E ORA
SIAMO NOI

Nessun commento:

Informazioni personali

Lettori fissi